Mercedes-Benz

Mercedes-benz: lusso e innovazione teutonici

Mercedes-Benz è una delle aziende automobilistiche più importanti al mondo, dato che fu Karl Benz, uno dei fondatori, a creare la prima automobile al mondo nel 1885. Inoltre, le innovazioni create da Mercedes-Benz hanno scatenato rivoluzioni nell'industria automobilistica: motori diesel, airbag, ABS o ESP sono alcuni di queste. La sua sede è nella città tedesca di Stoccarda e i suoi prodotti hanno una portata globale, con auto di taglio premium che vanno dalle auto compatte come la Mercedes Classe A ai grandi SUV come la Mercedes GLS.

Leggi tutto

La storia Mercedes-Benz


Passata alla storia per aver creato la prima automobile al mondo, la Mercedes-Benz è nata come tante altre marche dall’unione di due case separate. Da un lato, Karl Benz produsse il suo primo modello nel 1886 e successivamente, nel 1889, Daimler e Maybach avrebbero fatto lo stesso.
Nel 1926, l'unione della Benz & Cie e della Daimler Motorengesellschaft avrebbe creato ciò che conosciamo noi oggi come Mercedes-Benz. Al Salone dell'Auto di Berlino dello stesso anno, in ottobre, vennero presentate le prime due vetture del marchio fuso: la Mercedes-Benz 8/38 e la Mercedes-Benz 12/55.
Con modelli di lusso come la SSK, la 170 W15, la 130 H W23, la 170 V il marchio tedesco inizia a farsi un nome, ma dovremo aspettare fino al 1951, dove il modello 300, venduto per tanti anni e in diversi allestimenti, consacrò la casa alla storia. Due anni dopo uscì uno dei modelli sportivi più iconici del marchio, la Mercedes 300 SL.

Il mito delle frecce d’argento


Parlare della storia di Mercedes Benz implica anche fare menzione delle famose frecce d'argento, vetture il cui soprannome diventò famoso dopo che nel 1934 entrò in vigore un nuovo limite di peso per le auto da corsa, che poteva pesare al massimo 750 kg. Il marchio cercò di adattare le W25, nome dei modelli originali, a questo nuovo standard, levigando via la vernice per togliere gli ultimi kg di peso necessari al rispetto delle regole imposte.
Il colore bianco, pensato in origine, lasciò il posto al grigio della carrozzeria di metallo nudo; da qui nacque l’appellativo “frecce d’argento” (Silver Arrows), che da allora ha sempre accompagnato e caratterizzato le vetture sportive del marchio.

La gamma Mercedes si espande fino ai giorni nostri


Le diverse versioni della Classe S invece, berlina di lusso, determinarono negli anni seguenti il successo del marchio rispetto alla concorrenza, fino all’aggiunta nel listino, nel 1979, di un altro modello iconico, l’antesignano dei SUV Mercedes Classe G.
A metà degli anni ottanta Mercedes-Benz introdusse sul mercato il nuovo modello 190, come preambolo dell'attuale Mercedes Classe C; poco tempo dopo apparve anche la prima generazione della Classe E, iniziando così a formare una gamma che nel tempo si sarebbe ampliata fino a raggiungere i giorni nostri.

Da dove ha origine il logo Mercedes?


Il famoso logo con la stella Mercedes a tre punte nacque dopo la morte di Gottlieb Daimler e su suggerimento dei suoi figli, Paul e Adolf, sotto forma di omaggio a un simbolo che il padre aveva precedentemente utilizzato. Nel 1909 Daimler registrò infatti i diritti di un logo formato da una stella a tre punte, rappresentante gli sforzi di Daimler per ottenere il monopolio sulla motorizzazione via terra, mare e aria. Nel 1910 questa stella era già presente nelle auto Daimler.
Con la fusione di Daimler Motoren Gesellschaft e Benz nel 1926, da cui ebbe origine la Mercedes-Benz che conosciamo noi, venne adottata la stella a 3 punte. In aggiunta al nuovo nome però si aggiunse anche la corona d'alloro indossata da Benz, di contorno al logo originale.

La gamma Mercedes oggi


Mercedes-Benz, come Audi e BMW, ha la sua gamma perfettamente differenziata, me nel suo caso vengono utilizzate le lettere dell’alfabeto. Tutti e tre i produttori dispongono di siti online completi, ma il configuratore Mercedes è quello con più funzionalità.
Il modello di apertura della gamma entry level, recentemente convertito in una compatta, è la Classe A. Questa ha una versione berlina chiamata CLA e una versione SUV chiamata GLA. Ha trazione anteriore su tutti i modelli, tranne per l’allestimento 4MATIC sulla variante più sportiva, l'A45 AMG.
La Classe B è l'unica monovolume grande dell'intera gamma Mercedes. Situata nel segmento C, incorpora la trazione anteriore con un motore anteriore trasversale e cinque posti. È disponibile in versioni benzina e diesel, gas naturale ed elettrico.
Fino all'arrivo della Classe A, la Classe C era il modello entry-level del marchio. Prodotta dal 1993, questa autovettura del segmento D è disponibile nelle varianti berlina, coupé, cabrio e station wagon. Inoltre, è il modello con cui il marchio tedesco partecipa al DTM, dove attualmente rivaleggia con la BMW Serie 4 e l'Audi A5.
La Classe E è la grande berlina del marchio e al contempo il modello della sua gamma con il maggior numero di varianti disponibili: berlina, station wagon, cabriolet, coupé e fuoristrada (tutte personalizzabili sul configuratore Mercedes presente sul sito). Ha trazione posteriore nella maggioranza dei casi, con la trazione integrale 4MATIC di serie sulle versioni più sportive. La produzione della classe E è iniziata nel 1976, ed è uno dei modelli più longevi del marchio.
Dopo la classe E troviamo il modello più prestigioso dell’intera gamma: la Mercedes-Benz Classe S. Si può trovare in 4 diverse carrozzeria: berlina, coupé, cabrio e in allestimento Maybach. Il lusso presente sulla Classe S, in continua crescita, aumenta di pari passo con le prestazioni: questo modello infatti può vantare motori a 6 cilindri, V8 e V12, con potenze superiori ai 600 cavalli.
La gamma di veicoli SUV Mercedes è composta da GLA, GLC, GLE e GLS. Come le rispettive classi Mercedes-Benz, ciascuno di questi modelli si rivolge a un segmento di mercato diverso. Solo il GLA prevede sia la trazione anteriore che il 4MATIC, a seconda della versione; gli altri tre modelli invece, a prescindere dall’allestimento scelto, hanno di serie la trazione integrale 4MATIC.
La Classe G, dedicata al fuoristrada duro e puro, nasce come modello progettato per uso militare. Dopo il grande successo, Mercedes-Benz l’ha aggiunta stabilmente alla sua gamma di modelli nel 1979. Ha un motore anteriore longitudinale ed è dotata di trazione integrale. È senza dubbio il modello più orientato al fuoristrada di Mercedes-Benz, insieme al nuovo pick-up SUV Mercedes Classe X.
Nei modelli roadster troviamo sia la SLC che la SL, entrambe con prestazioni e gamme di prezzo molto diverse. Se da un lato la SLC, successore della vecchia Mercedes-Benz SLK, rivaleggia con veicoli progettati per godersi la guida come la Mazda MX-5, l'Audi TT o la BMW Z4, la SL ricorda la variante cabrio della Classe S, dotata però di sfumature ancora più sportive.
Il fiore all'occhiello della gamma Mercedes è senza ombra di dubbio la Mercedes-AMG GT. È disponibile sia in versione coupé che roadster, oltre a una versione denominata R che aumenta la potenza, rispetto alla versione base, di 109 CV. Monta motori V8 biturbo disposti longitudinalmente e prevede la sola trazione posteriore, con potenze che vanno dai 476 CV ai 585 CV. Così come la classe E, anche questo modello è disponibile sul configuratore Mercedes per provare diverse varianti.
Chiudi

Modelli Mercedes-Benz

  • /8
  • 190
  • 200
  • 220
  • 230
  • 240
  • 250
  • 260
  • 280
  • 300
  • 300 SLR
  • 500
  • AMG GT
  • AMG GT 4-Door Coupe
  • Cabrio
  • CL
  • CLA
  • Classe A
  • Classe B
  • Classe C
  • Classe E
  • Classe G
  • Classe R
  • Classe S
  • Classe V
  • Classe X
  • CLC
  • CLK
  • CLS
  • Coupe
  • EQ
  • EQA
  • EQC
  • EQV
  • F 015
  • GL
  • GLA
  • GLB
  • GLC
  • GLE
  • GLK
  • GLS
  • ML
  • Pullmann
  • SL
  • SLC
  • SLK
  • SLR McLaren
  • SLS AMG
  • T-mod.
  • Vaneo
  • Viano
  • Vision 6
  • Vito