Maserati

Maserati: sportività, made in Italy e lusso al primo posto

Maserati è, senza dubbio, uno dei migliori riferimenti per le auto sportive e di lusso italiane. Questo marchio secolare è nato a Bologna più di un secolo fa e, da allora, è noto per aver realizzato alcune delle migliori auto sportive e di grandi dimensioni mai realizzate in Italia. Tra l’eredità delle competizioni e lo stile unico del made in Italy, questo marchio si distingue nel settore delle automobili di lusso, mantenendo comunque dei connotati sportivi imprescindibili dai suv alle beline, dalle coupè alle spider.

Leggi tutto

La Maserati, una storia di lusso e sportività


Il produttore italiano di veicoli di lusso Maserati è uno dei più esclusivi e sportivi al mondo. Il suo fondatore era Alfieri Maserati ed era nato nel 1914 con un obiettivo: produrre vetture sportive esclusive.
Oggi la nuova Maserati appartiene a uno dei più grandi gruppi automobilistici al mondo, ossia FCA (Fiat Chrysler Automobiles). Maserati ha una stretta relazione con la Fiat dalla fine degli anni '80, fino a quando pochi anni dopo sarebbe diventata di proprietà del marchio italiano.

La proprietà di Citroen


Prima ancora di appartenere alla Fiat, Maserati divenne proprietà di Citroën (il famoso marchio francese di autovetture), con il quale ebbe un rapporto così stretto da fornire tecnologie e contribuire allo sviluppo di un suo prodotto, l’immortale Citroën SM.
Nel 1968 infatti, durante una fase in cui le vendite e le finanze della Citroën andavano a gonfie vele, considerò l’acquisto della Maserati come una buona opportunità per investire. Fino ad allora, i modelli del marchio francese erano sempre stati davanti alla concorrenza in termini di tecnologia, ma la spesa per lo sviluppo di caratteristiche come la trazione anteriore, la carrozzeria in acciaio stampato, le sospensioni idropneumatiche li lasciarono in parte all’angolo.
Come risultato di questa collaborazione, nacquero modelli molto interessanti da parte di entrambi i marchi. Sul versante francese uscì la Citroën SM, (il cui nome deriva dall'unione del nome del progetto di suo sviluppo, "Project S", e l'iniziale Maserati), mentre da parte italiana vennero commercializzate la Maserati Merak e la Maserati Bora, due modelli spettacolari con motore centrale posteriore.
Sfortunatamente, nel 1973 il prezzo della benzina salì alle stelle, e il conseguente crollo delle vendite dei modelli di nuova concezione decretò sia la chiusura del progetto "Quattroporte MK2" che la fine del matrimonio Citroën-Maserati.

Maserati e Ferrari


Non si può parlare di Maserati senza menzionare l’altra casa italiana di auto sportive e lussuose per eccellenza: la Ferrari. Nonostante facciano entrambe parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles, queste due case nel tempo hanno saputo differenziarsi e trovare il loro posto nel mercato del lusso e dello sport.
Mentre Ferrari punta a raggiungere il top in termini di prestazioni e pura sportività, la Maserati pone una maggiore attenzione sul comfort e sul lusso, senza nulla togliere a quella vena competitiva che l'ha storicamente caratterizzata.
I modelli delle due case al giorno d’oggi non sono troppo in competizione, ma rappresentano per entrambi i marchi il picco della tecnologia e delle risorse a disposizione quando si parla di made in Italy, sportività e automobilismo. Andando a confrontare della Maserati prezzi e allestimenti, i rivali più vicini oggi arrivano tutti dalla Germania: BMW, Mercedes e Audi.

La gamma Maserati 2020


Probabilmente lo stile che più ha caratterizzato Maserati nel corso della sua storia è stato quello della berlina di lusso. Con la nuova Maserati Ghibli infatti si apre il catalogo di modelli in vendita oggi. Questo modello è stato sviluppato per ampliare il catalogo dell'azienda, posizionandosi sotto la Quattroporte e rendendolo la Maserati dal prezzo più accessibile. I suoi punti di forza sono un design molto sportivo e accattivante, una dinamica di guida sportiva e delle prestazioni superiori ai modelli di categoria. Inoltre, per la prima volta nella storia del marchio, la Ghibli possiede sotto il cofano un motore diesel, con 275 CV di potenza.
La berlina di rappresentanza Maserati è e sarà sempre la Quattroporte. L'ultima generazione di questo mitico modello ha fatto un balzo in avanti in termini di design, tecnologia, qualità di costruzione e gamma di motorizzazioni. Come la Ghibli, anche la Quattroporte ha sotto il cofano un motore blocco diesel da 275 CV, sebbene i 530 CV della versione più potente la collochino all'altezza di una supersportiva.
GranCabrio e GranTurismo: due prodotti veloci, potenti e sportivi, che hanno ancora l'obiettivo primario più nel comfort di guida che nel fare giri veloci in pista. Con la GranTurismo e la GranCabrio Maserati ha sostituito la spettacolare GranSport. La potenza dei motori, la tecnologia e lo spazio interno sono aumentati rispetto al modello precedente, e l’unico punto ancora in comune con la GranSport è il design della carrozzeria sorprendente e aerodinamico.
A concludere la gamma c’è la nuova Maserati Levante, Il primo SUV Maserati 2020 arrivato sul mercato per aumentare le vendite del marchio. Si sviluppa su un'evoluzione della piattaforma pensata e utilizzata per la Jeep Grand Cherokee, seppur messa a punto per offrire una dinamica di guida molto più sportiva. La sua gamma di motori è composta da un’unità diesel da 275 CV e una a benzina da 430 CV. Grazie alla qualità di produzione, design, tecnologia ed eccellenza, è uno dei migliori SUV presenti oggi sul mercato.

Qual è l’origine del logo Maserati?


Molti se lo chiedono, ma non tutti lo sanno. Che cosa significa il logo Maserati? Il logo Maserati è un tridente (simbolo di Nettuno), che si trova sulla statua del dio romano in Piazza Maggiore a Bologna, città natale del marchio. Proprio come altri marchi, anche Maserati ha deciso di riprendere in parte un simbolo identitario del luogo d’origine, esportandolo in tutto il mondo.
Il nome di questo iconico marchio di auto di lusso, invece, deriva dal cognome del suo fondatore, Alfieri Maserati, che nel 1914 registrò la sua nuova azienda con sede nella città emiliana.
Che lo si voglia o meno, per qualità, prestazioni e prezzo Maserati è un orgoglio tutto italiano, da portare avanti nel mercato mondiale.
Chiudi

Modelli Maserati

  • 228
  • 3200 GT
  • 420/430
  • 4200 GT
  • Barchetta Stradale
  • Biturbo
  • Bora
  • Chubasco
  • Coupe
  • Ghibli
  • GranCabrio
  • GranSport
  • GranTurismo
  • Indy
  • Karif
  • Khamsin
  • Kyalami
  • Levante
  • MC12
  • MC20
  • Merak
  • Mexico
  • Quattroporte
  • Royale
  • Shamal
  • Spyder