Lotus

Lotus: la casa inglese con un approccio sempre diverso

Lotus è un piccolo produttore britannico con sede a Hethel (Norfolk, Inghilterra) fondato nel 1952 da Colin Chapman. Nel corso della sua storia è stata una casa costruttrice con un volume di produzione contenuto e dedicata alle auto sportive, per le quali il fondatore del marchio ha sempre avuto come premessa: che fossero piccole e leggere. Questa ricetta è stata ciò che ha permesso alla Lotus di sopravvivere, nonostante qualche intoppo finanziario, per tutti questi decenni in cui il mercato è cambiato in modo davvero ampio e imprevedibile.

Leggi tutto

Lotus: un marchio inglese che ha sfidato i grandi


Per parlare del marchio britannico di Lotus, con sede a Hethel (Regno Unito), è obbligatorio iniziare ricordando il suo creatore, Colin Chapman. Chapman nacque a Londra nel maggio 1928, studiando ingegneria all'Università di tale città. Cominciò a recarsi nel suo centro studi su una motocicletta, ma dopo un guasto di quest’ultima iniziò a farlo in una Morris Eight, un veicolo di cui era innamorato. Col passare del tempo, Chapman iniziò a contare quanto tempo gli ci voleva per viaggiare tra la sua casa e l'università, per aggiungere un po' di adrenalina al suo tragitto.
A causa della sua irrefrenabile passione per le auto, Chapman iniziò un'attività di compravendita di auto, un'attività che già nel 1946 riusciva a vendere almeno una o due auto alla settimana. In effetti, i suoi studi passarono in secondo piano, dal momento che Chapman non poteva far fronte a così tante consegne di auto, tanto meno quando fece il passo successivo nella sua azienda: l’elaborazione delle auto stesse. Un anno dopo, tuttavia, le misure del governo britannico costrinsero Chapman a chiudere, lasciando solo un'auto in suo possesso, una Austin Seven del 1930.
Dopo la laurea presso l'University College di Londra, gli ingegneri Colin Chapman e Colin Dare fondarono Lotus Engineering Ltd., stabilendo la loro fabbrica a Hornsey, nel nord di Londra. Il marchio era diviso in Team Lotus (il team corse) e Lotus Engineering. Dopo diversi cambi di nome, fu istituita una divisione per le corse e un'altra per le auto da strada.
Le prime avventure di Lotus auto nel mercato furono le kit car, auto vendute in pezzi per risparmiare le tasse che un'auto normale comporterebbe. La Lotus Elan +2 è stato il primo modello del marchio ad essere venduto direttamente dalla fabbrica "costruito e assemblato". Uno dei modelli più noti del marchio è stato anche la Lotus Elan, una piccola due posti che divenne una top seller negli anni '60.

La Lotus nei tempi moderni


Durante la sua storia, di solito non ha goduto di una buona salute finanziaria, con significativi alti e bassi a questo proposito, ed è stata in deficit per gran parte della sua vita.
L'attuale gamma della Lotus è composta dalla Elise (che con un motore 1.6 litri e 136 CV fa da gradino di accesso alla gamma), l'Exige (incorpora un monoblocco da 3,5 litri con 350 CV) e l'Evora (il cui motore è un V6 da 3,5 litri con 400 CV). Per queste Lotus prezzo e prestazioni sono fuori dal comune: pur posizionandosi come accelerazione e velocità massima nel territorio di diverse supercar premium, il costo di acquisto risulta essere decisamente inferiore.
Sotto il sostegno economico di Geely (l'azienda cinese non vuole interferire in direzione degli inglesi), Lotus prevede un importante piano di rinnovamento negli anni futuri, ampliando la propria gamma di prodotti e aggiornando le tecnologie utilizzate. Si tratta di cambiamenti che le consentono di rinnovare la sua immagine e diventare un riferimento nel segmento in cui competono i modelli a listino.

Il rapporto tra Lotus auto e Formula 1


Oltre alla produzione di vetture stradali, Lotus auto è stata strettamente legata alla competizione, principalmente in Formula 1.
Il reparto corse Lotus, chiamato ufficialmente Team Lotus, non solo ha gareggiato in Formula 1 nel corso della sua storia - lo ha fatto anche in Formula 2, Formula Ford e Indy - ma è stato proprio nella categoria più competitiva del motorsport il luogo in cui ha raccolto il suo massimo trionfo. Alcuni dei migliori piloti della storia hanno corso in questa squadra: Stirling Moss, Jim Clark, Graham Hill, Nigel Mansell, Ayrton Senna e Jacky Ickx.
Il team fondato da Colin Chapman è stato, infatti, uno dei più vincenti in Formula 1: nei suoi quasi quattro decenni di storia ha nel suo palmares 74 vittorie, sette campionati del mondo costruttori e sei titoli piloti. Nel 2011 c’è stata per un breve periodo la presenza di due squadre nel Campionato del Mondo di F1 con il nome di Lotus nella loro denominazione: Group Lotus e Team Lotus. Infine, dopo vari accordi, Lotus-Renault GP ha deciso di acquisire i diritti sul nome, venendo ribattezzata Lotus F1.
Quando si parla della Lotus logo e competizioni vengono in mente prima di qualsiasi altra cosa. Il logo del marchio, noto per i suoi colori distintivi (giallo e verde), si ispirò a concetti distinti: il colore verde fu utilizzato in onore del “British Racing Green”, una tonalità usata solitamente per le vetture inglesi da competizione, mentre il giallo fu scelto invece per indicare gioia, speranza ed energia.

L’arrivo di una nuova Lotus elettrica


Lotus Evija, questo è il nome della nuova Lotus elettrica in arrivo per un futuro molto prossimo. La prima supercar della casa inglese alimentata esclusivamente da energia elettrica potrà contare su trazione integrale e una potenza complessiva di 2000 cavalli.
L’Evija, nome che tradotto significa letteralmente “la prima della storia”, è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 2,3 secondi, con un progressione repentina che spinge la coupé inglese fino a 320 km/h di velocità massima. È facile dunque capire che per questa Lotus prezzo e prestazioni non saranno paragonabili agli altri modelli della gamma.
Trattandosi infatti di una serie limitata a 130 esemplari, sarà molto difficile riuscire a prenotare ed acquistarne una, ma le performance da brivido e l’avanzata tecnologia a disposizione rendono questa Lotus elettrica davvero da sogno. Sarà possibile tuttavia provare per questa Lotus configuratore e allestimenti a disposizione, direttamente dal sito della casa produttrice.
Chiudi

Modelli Lotus

  • 3-Eleven
  • Eclat
  • Elan
  • Elise
  • Elite
  • Esprit
  • Europa
  • Evija
  • Evora
  • Excel
  • Exige