Jeep

Jeep: fuoristrada affidabili e pratici e per tutte le tasche

Jeep è un marchio automobilistico americano con sede in Ohio, Stati Uniti. Con un approccio a metà tra premium e generalista, nella sua gamma è possibile individuare numerosi tipi di modelli, quasi sempre improntati in primis alle prestazioni fuoristrada. Fin dall'inizio della sua storia, partendo con la Willys degli anni ‘40, i modelli del marchio si sono concentrati principalmente su questo segmento di mercato.

Leggi tutto

A quale gruppo appartiene Jeep?


Jeep appartiene, dal 2009, al conglomerato automobilistico FCA (acronimo che indica l’unione dei due marchi Fiat e Chrysler Automobiles). In precedenza, precisamente nel periodo tra il 1998 e il 2007, Jeep ha fatto parte del gruppo Daimler-Chrysler, con Mercedes-Benz come casa madre. I modelli del marchio si caratterizzano per avere un design grezzo, una qualità di produzione in linea con la categoria ed una dotazione tecnologica e di sicurezza che si è evoluta negli anni, potenziando ancora di più le già citate doti in fuoristrada. È importante considerare come questa collaborazione porti all’unione di risorse e tecnologie, rendendo di fatto i modelli in commercio come dei veicoli “Jeep Fiat”, di cui cambiano solo marchio ed estetica.

I modelli entry level della gamma Jeep


Il listino è aperto dal SUV - All Terrain Jeep Renegade. È sviluppato sulla piattaforma della Fiat 500X. Il suo design rimane fedele all'immagine del marchio, riprendendo alcuni stilemi estetici dell’originale Willys. La gamma di modelli prevede versioni diesel e benzina con potenze che vanno da 110 CV a 170 CV. La Jeep Renegade può essere acquistata sia con la trazione sull'assale anteriore che sulle quattro ruote, scegliendo tra il cambio manuale o automatico, fino ad un massimo di 9 rapporti. La qualità della costruzione, della rifinitura interna e della sua tecnologia lo avvicinano ai migliori modelli del segmento, senza dimenticare di questa Jeep prezzo competitivo e una grande scelta di optional.
Con la Jeep Compass, invece, l'azienda spera di recuperare il terreno perso con la generazione precedente. Questo modello arriva nel segmento dei SUV compatti con una nuova piattaforma, un design interno ed esterno completamente rinnovato e con una qualità di costruzione e quantità di optional che non hanno nulla a che vedere con il suo predecessore. La sua gamma di motorizzazioni comprende versioni diesel e benzina con potenze che vanno da 120 CV a 170 CV, sia con la trazione sull'assale anteriore che sulle quattro ruote.

La tradizione Cherokee prosegue


Un altro dei modelli più conosciuti nella storia del marchio è il Jeep Cherokee / Grand Cherokee, fuoristrada con più che sufficienti abilità off-road ma con una chiara predisposizione per l'uso su strada. Con tutti i comfort di un'auto da turismo convenzionale e motori di grandi dimensioni (più grande sia del Jeep Renegade che del Compass), i modelli di questa linea della Jeep si sono distinti per la loro reputazione di robustezza e affidabilità, senza sacrificare comfort e prestazioni.
Con l’arrivo dell’ultima generazione sono cambiati design esterno e interno, qualità e attrezzature, rendendolo di fatto un veicolo quasi di classe premium. Il salto generazionale è stato esponenziale, e si è immediatamente tradotto in una crescita delle vendite in tutto il mondo. I motori che animano la Cherokee comprendono versioni benzina e diesel, con potenze che vanno dai 140 CV fino ai 271 CV della versione Trailhawk, dotata di trazione integrale e con le migliori capacità fuoristradistiche del segmento.
Il quadrante premium è coperto dal modello Grand Cherokee. Questo SUV di alta gamma si basa sull'attuale piattaforma Mercedes-Benz GLE, quindi le sue prestazioni su strada e fuori strada non sono seconde a nessuno. La sua dotazione tecnologica e di sicurezza è al livello dei migliori modelli del segmento, ed è disponibile con motori benzina e diesel, trazione integrale e cambio automatico a 8 rapporti. Per forza di cose, parlando di questa Jeep prezzi e disponibilità sono riservati a pochi clienti fortunati.

Il Wrangler, per il fuoristrada duro e puro


Chiude il portafoglio Jeep l'indistruttibile Wrangler. Questo fuoristrada è l'unico sul mercato che ha ancora due assi rigidi, notoriamente più solidi e affidabili quando la strada non è più coperta d’asfalto. La sua estetica ormai classica e le migliori capacità fuoristrada sul mercato ricordano i successi del primo Willys, e proprio come il suo antenato ha in dotazione una carrozzeria a 3 e 5 porte con tetto rimovibile. La qualità dei suoi interni e le attrezzature e disposizione possono essere definite “pratiche” se non “spartane”, ma i dispositivi di guida e di sicurezza sono comunque andati avanti nel corso degli anni.

La storia della Jeep ha delle radici nell’esercito


La storia di Jeep inizia nel 1941, quando Ford e Willys-Overland avviarono un progetto congiunto per la costruzione di veicoli militari per l'Esercito degli Stati Uniti, che nel 1940 aveva chiesto ai produttori statunitensi di presentare proposte di fuoristrada affidabili e resistenti per l'uso in battaglie e manovre. Il generale George C. Marshall ha definito la Jeep "il più grande contributo degli Stati Uniti d'America alle moderne operazioni di guerra". L'auto proposta dai due marchi diede ottimi risultati sul campo, e diversi modelli civili furono commercializzati partendo da quella base nel dopoguerra. L’attuale erede spirituale della Willys e la Wrangler, di cui abbiamo già ampiamente parlato nel precedente paragrafo.
Dopo la seconda guerra mondiale la produzione di Jeep, di comprovata affidabilità e robustezza, si concentrò sul settore fuoristrada duro e puro, con prodotti sempre più pratici e capaci. A poco a poco l'azienda americana iniziò a costruire prodotti adatti anche per un pubblico civile e più raffinato, dando vita alla famiglia CJ (Civilian Jeep), che ha visto la luce con la commercializzazione del CJ-2A.
Dopo successivi aggiornamenti e rimodellamenti, l'ultimo membro della famiglia CJ fu il CJ-7, introdotto sul mercato nel 1976, di cui furono prodotte più di 360.000 unità. Il CJ-7 è stato in produzione per 11 anni, fino a quando nel 1987 è stato sostituito dalla Jeep Wrangler, che tutti noi oggi conosciamo.
Insieme alla famiglia Cherokee, al Compass e al Jeep Renegade, oggi la gamma di SUV Fiat & Jeep può contare su numerose tecnologie all’avanguardia ed una buona rete di concessionari, con tutte le carte in regola per affrontare al meglio le sfide future.
Chiudi

Modelli Jeep

© www.Auto-Data.net

Cherokee

46 Allestimenti disponiili
Anno: Dal 1988 - In produzione
Velocità massima: 140/206 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 19.20/8.10 sec
Posti: 5
Scopri la versione
© www.Auto-Data.net

Grand Cherokee

88 Allestimenti disponiili
Anno: Dal 1991 - In produzione
Velocità massima: 155/290 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 14.00/5.00 sec
Posti: 5
Scopri la versione

Altri Modelli Jeep

  • CJ5 - CJ8
  • Commander
  • Compass
  • Gladiator
  • Grand Commander
  • Liberty
  • Patriot
  • Renegade
  • Wrangler