DS

DS: veicoli francesi con il lusso e l'unicità al primo posto

DS Auto è il marchio premium del Gruppo PSA, un gruppo francese composto anche da altri marchi come Citroën, Peugeot e Opel. Esiste dal 2009, quando è stato introdotto come divisione di lusso di Citroën. Dal 2015 è un marchio indipendente anche se, ovviamente, condivide molto con i modelli Citroën. La sigla DS può essere sconosciuta ai non appassionati, ma non è nulla di nuovo: possiamo infatti risalire alla metà degli anni Cinquanta, alla Citroën DS, per capire le aspirazioni di PSA con questo marchio e l'origine del suo nome.

Leggi tutto

DS: un allestimento che oggi è diventato brand


Il primo modello a portare queste due lettere del nome è stato prodotto e commercializzato da Citroën a metà degli anni ’50, rivoluzionando il mercato e il segmento delle auto di lusso per come tutti lo conoscevano allora. Quella Citroën DS del 1955, rimasta sul mercato per circa 20 anni, è stata un'auto di grande design e tecnologia, altamente innovativa, rilevante per l'industria automobilistica e con importanti soluzioni tecniche (come i freni a disco, le sospensioni idropneumatiche e le ruote posteriori carenate). Lusso e design francesi si sono fusi perfettamente in questo importantissimo modello, dal quale il marchio di cui parliamo oggi ha ereditato il suo nome. Partendo dall’essere un semplice allestimento per le Citroën più raffinate, ha raggiunto dimensioni tali da trasformarsi, di recente, in un marchio indipendente.

Il brand DS Auto del nuovo millennio


Come abbiamo detto, tutti i veicoli DS sono prodotti dalla Citroën stessa, la quale rimuove tutti i riferimenti al suo brand per inserire quelli di questo marchio di lusso. Il primo modello DS è stata la DS3, presentata nel 2010 e basata sulla Citroën C3, un'auto di segmento B più raffinata rispetto alla versione Citroën, con un design più curato e più possibilità di personalizzazione, con tanto di varianti di allestimento sportive. Sempre nel 2013 è arrivata una versione cabriolet con tetto in tela, che segue un’impostazione a capote pieghevole simile a quello della Fiat 500C, la sua principale rivale.
Nel 2010 è stata presentata anche la DS4, la compatta premium del marchio derivata dalla Citroën C4 e con l'aspirazione di essere un'alternativa a modelli come la BMW Serie 1 e la Mercedes Classe A. Dal 2015 questa compatta è stata affiancata da una versione DS SUV con un taglio più orientato al fuoristrada, che punta a conquistare pubblico tra i potenziali clienti in cerca di un veicolo simile. Il DS4 Crossback, risultato di questo concept, risulta quindi rialzato e con passaruota non verniciati.
Un anno dopo, nel 2011, DS ha presentato la DS5, una berlina dal design audace che si è collocata per prezzo e prestazioni al vertice del marchio. Rivaleggiando con berline premium come la Volkswagen Passat o la BMW Serie 3, la DS5 offre una prospettiva molto diversa, facendone della sua originalità, insieme al suo equipaggiamento completo di serie e agli interni molto curati, il suo principale punto di forza.

La DS7 inaugura una nuova generazione di prodotti DS Auto


Nel 2017 DS ha presentato la DS7 Crossback, il primo modello già sviluppato con il marchio Citroën scorporato e rivale di modelli come la BMW X3 o l'Audi Q5. Questo modello si distingue, al di là del design e di curiose soluzioni di equipaggiamento (come l'orologio analogico BRM sul cruscotto) per avere una versione DS elettrica plug-in che, battezzata come E-Tense, offre fino a 300 CV e una generosa autonomia di 60 km in modalità 100% elettrica.
Questo modello, il DS7 Crossback E-Tense, non è il primo modello ibrido di DS. La DS5 ha anche a listino una versione ibrida, la DS5 Hybrid4, che propone un allestimento in cui un motore diesel funziona da principale propulsore a fianco del motore elettrico, per un totale di 200 CV. In questa DS elettrica il propulsore a batteria si limita a supportare il motore diesel all'asse posteriore, rendendo questa vettura una trazione integrale a tutti gli effetti e lasciandoci la possibilità di procedere in modalità elettrica tra i 2 e i 4 chilometri.
Nella breve storia di DS Auto vale anche la pena evidenziare la sua presenza nel mercato cinese con modelli specifici e concept car futuristiche: la DS Divine, una quattro porte sportiva, e la DS E-Tense, una DS elettrica sportiva senza alcun compromesso.
Come se il brand DS non bastasse, vale anche la pena sottolineare l'importante ruolo che le edizioni speciali dei modelli giocano nel posizionamento del marchio, con numerose auto vendute in edizioni limitate dotate di dettagli specifici e colorazioni uniche. Per tutte le auto DS prezzi e prestazioni sono da considerare al di sopra delle cifre medie della casa cui derivano, ma trattandosi di prodotti dall’estetica unica non c’è da stupirsi.
Chiudi

Modelli DS

  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 9