La tecnologia è al lavoro, per impedire a gente come Mario di mettersi al volante seppur ubriachi. Impedire l’avvio dell’automobile attraverso un etilometro che rilevi il tasso alcolemico nel sangue potrebbe essere presto realtà. Intanto, c’è un interessante esperimento “sociale”, condotto dalla compagnia assicurativa online ConTe che ha realizzato una candid camera per verificare il grado di “collaborazione” dei passanti con un automobilista chiaramente in stato di ebbrezza, incapace anche di aprire le portiere dell’auto, figurarsi guidare in sicurezza.

Lo humor lascia spazio ad alcune considerazioni su quelle che potrebbero essere le tariffe delle assicurazioni se solo si riuscissero a ridurre al minimo le occasioni in cui un guidatore che ha bevuto si mette alla guida. Compagnia di Admiral Group, ConTe.it si propone come una delle assicurazioni online più vantaggiose e al termine della candid camera sarà possibile anche sfruttare un buono sconto di 50 euro sul prezzo della polizza che simulerete con un preventivo sul sito.

Tornando all’esperimento, il “buon Mario” ha trovato la collaborazione di alcuni, con anche qualche “consiglio” per far passare la sbronza e non farsi “beccare”. Il miglior consiglio lo hanno dato, però, i tanti che si sono rifiutati di aprire la portiera e lasciare che un’altra mina vagante rischiasse di fare l’ennesima strage sulle strade. Nell’attesa che il dispositivo che impedisce l’avvio del motore in caso di guidatore ubriaco diventi di serie su tutte le auto, al pari dell’Abs o dell’Esp, non resta che confidare nel buonsenso e che i tanti Mario non riescano ad aprire la portiera…

Articolo Sponsorizzato

Commenta con Facebook

commenti