Bella, aggressiva, potente e Brabus. Il preparatore storicamente affine al brand Mercedes è in procinto di lanciare al Salone di Ginevra 2015 la sua ultima creatura, dal nome altisonante di Brabus 850 Biturbo Coupè, basata sulla Mercedes S63 AMG che già tutti conosciamo. L’upgrade a livello prestazionale è decisamente succulento, tanto che forse il preparatore questa volta si è superato…

Due dati per cominciare l’analisi della Brabus 850 Biturbo Coupè: 850 cavalli e 1450 Nm di coppia massima. Probabilmente bastano questi per cominciare a far colare quel rivoletto di bava dalla bocca dei più, ma per chi ama i tecnicismi abbiamo riservato anche qualche particolare in più.

Rispetto alla versione di serie il V8 equipaggiato su questa coupè ad altissime prestazioni ha visto un aumento di cilindrata fino a 6 litri (contro i 5.5 iniziali), cosa che ha permesso i sopracitati valori di potenza e coppia, quest’ultima limitata elettronicamente a 1150 Nm per non compromettere l’affidabilità delle componenti. Gli interventi hanno riguardato tutto l’impianto di scarico, tra collettori e catalizzatori, ed i turbocompressori, mentre per garantire un cambio degno di tali performances è stato istallato l’automatico a sette marce Brabus Race con tanto di paddle al volante.

Considerando che questa supercar vestita da coupè arriva a 350 km/h (e si limita elettronicamente eh…) ed è capace di scattare da 0 a 100 km/h in soli 3.5 secondi e di raggiungere i 200 km/h in appena 9.4 secondi, i tecnici non potevano tralasciare aspetti fondamentali come l’aerodinamica e l’assetto: nel primo caso è stato appositamente studiato un kit che permetta di sfruttare al meglio i flussi d’aria, aumentandone l’efficacia anche per il raffreddamento degli organi soggetti a sbalzi termici, mentre il secondo ha visto un abbassamento di 15 mm dell’altezza da terra rispetto alla Mercedes S63 AMG e l’adozione di pneumatici 255/30 all’anteriore e 295/25 al posteriore, tutti montati su cerchi da 21 pollici e sui quali viene scaricata trazione grazie al sistema integrale 4MATIC.

Ma chi sceglie di acquistare questa supercar si troverà anche in un abitacolo inedito rispetto alla S63 AMG, completo di inserti in carbonio, strumentazione con il fondoscala modificato e un buon numero di particolari riverniciati in tinta oro così da essere in tinta con i cerchioni.

Commenta con Facebook

commenti