Sono due le generazioni di Nissan Note arrivate sul mercato europeo. In Italia, la prima debuttò nel 2006, andando a rimpiazzare la Almera Tino. Carrozzeria da piccolo monovolume cittadino, la Note si è distinta per le dimensioni molto simili a un’utilitaria, i consumi decisamente ridotti delle versioni con motore diesel e la possibilità di averla anche in versione bifuel a gpl, certo non la migliore delle scelte. Per valutare le offerte di esemplari usati e controllare le quotazioni, l’offerta su Autoscout24 è decisamente ampia; vediamo prima, però, quali sono le caratteristiche della Nissan Note 2006 e della Nissan Note 2014, la sostituta che ha aggiornato fortemente lo stile della carrozzeria e degli interni, migliorando la qualità e confermando la formula di piccolo monovolume urbano.

Dimensioni

 

Le due serie di Note che si sono susseguite non hanno visto modifiche sostanziali a quelle che sono le dimensioni esterne. Con una lunghezza di 4 metri e 8 centimetri, la prima Note del 2006 copiava le misure di un’utilitaria, se non fosse per l’altezza un po’ sopra la media, con 1 metro e 55. Il passo, invece, denota una buona abitabilità interna, visti i 2 metri e 60 centimetri. All’epoca del lancio, con i suoi 280 litri di bagagliaio era uno dei modelli che sapeva offrire maggior spazio per i bagagli, con l’opportunità di arrivare a 437 litri se si faceva scorrere il divanetto posteriore in avanti.
Il restyling del 2008 non ha variato queste quote, mentre la nuova Nissan Note 2014 ha solo parzialmente rivisto le dimensioni. La lunghezza è passata a 4 metri e 10 centimetri, la larghezza ha guadagnato 1 centimetri (1 metro e 70) mentre si è abbassata di 2 centimetri in altezza (1 metro e 54); invariato il passo. Parlando del bagagliaio, il balzo in avanti è stato deciso, perché dai 280 litri si è saliti a ben 325.

Motori e consumi

Tecnicamente, la Nissan Note delle origini nasce sullo stesso pianale della Micra, nonché della Renault Clio e della Modus. Anche i propulsori derivano dal marchio transalpino e più di ogni altro si segnala il turbodiesel 1.5 litri dCi, un quattro cilindri 8 valvole ancora oggi offerto non solo sulla Note, ma su svariati modelli del gruppo Nissan-Renault. E’ una garanzia di bassi consumi, in qualsiasi step di potenza lo si scelga. Chi guarda a una Nissan Note usata del 2006 o successiva, lo troverà in versione 86 e 103 cavalli, con rispettivamente 200 e 240 Nm di coppia massima, più che sufficienti per muovere i 4 metri e poco più della monovolume nipponica. Il modello, invece, lanciato nel 2014 sfoggia lo step da 90 cavalli e 200 Nm, accreditato di un consumo pari a 3.6 litri/100 km.

Chi non percorre molti chilometri può vagliare le alternative a benzina. L’1.4 e l’1.6 aspirati offerti sulla prima serie non brillano certo per consumi, mentre le potenze sono adeguate: 88 cavalli con 128 Nm per l’1.4, 110 cavalli e 153 Nm per l’1.6, quest’ultimo lo troverete anche con cambio automatico 4 marce, soluzione sulla quale vi suggeriamo di soprassedere.

Nel confronto tra Nissan Note usate di diverse generazioni, la più recente del 2014 offre motori benzina molto interessanti, con un tre cilindri 1.2 litri aspirato da 80 cavalli e 110 Nm (4.7 litri/100 km il consumo dichiarato nel misto) e la variante turbo da 98 cavalli e 147 Nm (4.3 litri/100 km). All’appello troviamo anche una bifuel a gpl, sulla base tre cilindri aspirato, con richieste di gas pari a 6.3 litri/100 km.

Interni

La strettissima parentela tra Note e Micra è evidente sulla prima versione. La plancia si presenta semplice e pulita, con un cassettino nella parte alta, al di sopra della radio, mentre i comandi del climatizzatore sono raggruppati su una seconda plancetta, appena davanti alla leva del cambio, in posizione facilmente raggiungibile. I materiali lasciano a desiderare, con plastiche rigide che denotano l’anzianità del modello. Per migliorare la qualità percepita, il restyling 2008 intervenne proprio sugli interni (oltre a piccole variazioni stilistiche). Tra le numerose Note usate, suggeriamo pertanto di rivolgere l’attenzione al modello ristilizzato, ovvero gli esemplari immatricolati dal 2009 in poi, pur se con differenze davvero marginali.

Molto più curata e dal design piacevole è, invece, l’ultimo progetto del 2014: basta osservare il disegno della plancia, gli abbinamenti delle plastiche, per accorgersi che è stato fatto un bel salto in avanti.

Per scoprire le offerte su Nissan Note usata, le quotazioni e gli esemplari diesel migliori, un giro su Autoscout24.it darà ottimi spunti. E’ bene sapere che l’attuale modello ha un listino ufficiale che spazia tra i 13.550 e i 19.500 euro.

Commenta con Facebook

commenti