Audi A3 G-Tron è un’alternativa made in ingolstadt per gli aficionados del gas metano, gli automobilisti che preferiscono sfruttare una più economica alimentazione alternativa alla classica benzina verde od il gasolio. Se tralasciassimo per un momento il motore, la nuova A3 G-Tron non cambia dalla sorella tradizionale in quanto a tecnica, poichè sfrutta ugualmente il pianale MQB figlio del gruppo Volkswagen. Sono però stati necessari alcuni accorgimenti per riuscire a collocare i serbatoi del gas metano, non proprio facili da installare perchè nettamente più ingombranti del serbatoio del GPL. Vediamo assieme la scheda tecnica e quali sono le modifiche apportate a questa tedesca premium.

Come già detto in apertura, esternamente l’Audi A3 G-Tron non si differenzia in alcun modo del modello standard. Le differenze sostanziali e visibili si traducono nel badge G-Tron (per giusta spara un po’ anche nell’abitacolo), che può essere o meno attaccata al portellone posteriore, e nel riquadro strumentazione che segnala il livello di gas metano rimasto nel serbatoio. Ah, vero: in più c’è un paraurti posteriore dal disegno leggermente diverso e che nasconde i terminali di scarico, ed il bocchettone del rifornimento di gas esattamente a fianco del normale tappo della benzina. Si, signori: le modifiche estetiche sono tutte qui.

Motore, cambio e serbatoi CNG

Passiamo parò alla parte succulente di quella che è la proposta eco-friendly del brand dei quattro anelli: il motore. Il cuore dell’unità propulsiva è un 1.4 TFSI con potenza massima di 110 cavalli e coppia di 200 Nm, al quale sono stati modificati la testa del cilindro ed il turbocompressore, oltre ovviamente al sistema di iniezione ed al catalizzatore, che adesso devono gestire anche il CNG (sigla che indica il Compressed Natural Gas). Al cliente resta la scelta del cambio manuale a sei rapporti o dell’automatico S-Tronic Il metano è poi stivato in due serbatoi, ognuno capace di contenerne 7.2 kg stoccati ad una pressione di 200 bar, posti sotto al pianale. Interessante è poi il principio secondo il quale ognuno di essi è costruito: sono ultraleggeri e permettono di risparmiare quasi 27 kg ognuno rispetto a degli omologhi tradizionali in acciaio. Mica male!

Prestazioni ed emissioni

Ma c’è un po’ di scetticismo da parte degli automobilisti in merito alle prestazioni di questo motore, o più in generale di quelli alimentati a metano. Audi dichiara, invece, che la A3 G-Tron è perfettamente bivalente e che la perdita di prestazioni utilizzando l’alimentazione alternativa è nulla: la velocità massima raggiungibile è di 197 km/h, mentre lo scatto 0-100 km/h è coperto in 10.8 secondi. Vi basti sapere, poi, che le emissioni di CO2 nella modalità gas oscillano tra gli 88 ed i 92 grammi per chilometro percorso.

Consumi

Chiunque compri un’auto di questo genere, però, è un attento osservatore dei consumi, e noi vogliamo segnalarvi anche questi. Il consumo dichiarato dalla casa è di 3,5 kg di metano per percorrere 100 km (5.2 l/100 km in ciclo combinato per la benzina), quindi facendo un rapido calcolo l’autonomia solo con CNG si attesta a circa 411 km, ai quali vanno aggiunti ulteriori circa 900 km percorribili sfruttando la tradizionale alimentazione a benzina dal TFSI.

Dimensioni

Sul piano dimensionale l’Audi A3 G-Tron è lunga 4 metri e 31 cm, larga 1 metro e 78 cm circa ed alta poco più di 1 metro e 42 cm. Il bagagliaio ha un volume che oscilla dai 280 litri in configurazione con i sedili alzati fino ai 1120 litri abbattendo gli schienali del divanetto posteriore.

Prezzo

Audi A3 G-Tron viene offerta al pubblico ad un prezzo di partenza di 25.650 euro, riferiti al modello con cambio manuale ed allestimento Attraction, ma che possono lievitare fino ad una base di 27.250 euro se si opta per la versione Ambiente od Ambition.

 

Commenta con Facebook

commenti